Che cosa e' la televisione digitale terrestre (TDT)?

La TV digitale terrestre, in sigla TDT, e' un'evoluzione tecnologica dell'attuale sistema televisivo che da analogico passa nel formato digitale (lo stesso usato dai computer, da internet e dai cellulari). Si tratta della TV del futuro: migliore qualità dell'immagine e del suono, molti più canali e programmi gratuiti, nuovi contenuti a pagamento e, grazie al canale di ritorno, nuovi servizi interattivi anche in collaborazione con le istituzioni per i servizi innovativi di pubblica utilità sulla televisione.

Il digitale terrestre si serve della normale antenna di ricezione, la stessa che utilizzi oggi; non sarà quindi necessario adeguare il tuo impianto, con l'eccezione di rari casi isolati. Sarà sufficiente dotarsi di un apparecchio in grado di ricevere il segnale digitale terrestre.

Il digitale terrestre, come l'analogico, è gratuito, ossia non è necessario pagare alcun tipo di abbonamento (fatto salvo il canone RAI), mentre la visione dei canali a pagamento (canali pay) avverrà attraverso l'acquisto di una carta (smartcard) da inserire nel decoder o nella televisione.

Il passaggio alla TV digitale terrestre è già iniziato e coinvolgerà progressivamente tutta la penisola per completarsi nel 2012 quando tutta l'Italia sarà digitalizzata.

Quali sono i vantaggi della TDT rispetto all'attuale televisione analogica

I principali benefici derivanti dall'introduzione del digitale terrestre sono:
- un maggior numero di canali disponibili (almeno il quintuplo di quelli attuali);
- una migliore qualità immagine/audio;
- la possibilità di partecipazione attiva ai programmi televisivi e l'utilizzo di servizi di pubblica utilità grazie ai servizi interattivi;
- un minore inquinamento elettromagnetico a parità di numero di canali trasmessi: la TDT richiede potenze di trasmissione inferiori rispetto a quella analogica.

Devo cambiare il mio televisore?

No, non e' necessario cambiare il proprio televisore. Basta una semplice apparecchiatura di adattamento, detto decoder, da collegare al proprio televisore. Per una piena fruizione delle possibilità offerte dalla TV digitale, il decoder deve essere interattivo. Già da 2 anni i nuovi televisori sul mercato sono dotati di decoder digitale integrato.

Devo cambiare la mia antenna terrestre?

No, nella maggioranza dei casi, non devi cambiare la tua antenna terrestre. Gli impianti di radioricezione per la televisione digitale terrestre sono identici a quelli usati per la ricezione analogica. Le attuali antenne (nelle bande III, IV e V) e la rete di distribuzione dalle antenne all'interno degli edifici con gli opportuni dispositivi intermedi (derivatori, partitori, amplificatori, miscelatori/demiscelatori, attenuatori, filtri, ecc.) sono adatte anche alla ricezione digitale. In qualche caso, tuttavia, potrebbe essere richiesto il montaggio di un'antenna supplementare, ad esempio quando non si dispone già di un'antenna nella banda su cui e' irradiato il segnale digitale. In particolare gli impianti condominiali detti a filtri, non sono in grado di ricevere il segnale digitale e richiedono un adeguamento.

Posso decidere di non lasciare la tv analogica a favore di quella digitale?

No, non e' possibile.

Attualmente i due sistemi convivono, e chi si dota gia' oggi di un decoder per il digitale terrestre, può accedere fin da subito alla ricchezza dell'offerta digitale che sarà ancora più ricca nel momento dello spegnimento definitivo del segnale analogico. Il passaggio all'utilizzo del solo segnale digitale terrestre, e il conseguente abbandono del sistema analogico (in gergo switch off), s' ovunque nel mondo un processo irreversibile. Per quanto ci riguarda da vicino, una precisa direttiva europea ci obbliga allo spegnimento definitivo del segnale analogico entro il 2012: entro quella data, tutto il Paese dovrà essere servito dal segnale digitale.

Cosa sono i servizi interattivi?

Grazie alla tecnologia digitale, s' possibile trasmettere anche contenuti e servizi interattivi; stando comodamente seduti davanti al proprio televisore, puoi accedere a contenuti aggiuntivi proprio mentre stai guardando il tuo programma preferito.

E' ad esempio possibile visualizzare la trama del film che stai guardando, leggere le ultime news sul tuo reality preferito, giocare ai quiz come se tu fossi il concorrente in studio o accedere ad una serie di servizi come il meteo, la guida tv o il nuovo televideo digitale; basta disporre di un decoder interattivo e premere il tasto rosso del telecomando.

Esistono delle agevolazioni per l'acquisto dei decoder?

Si, ma solo per gli utenti delle aree "All Digital", in regola con l' abbonamento RAI, che rientrano nei criteri (reddito, età, ecc.) stabiliti di concerto dalle Amministrazioni locali interessate e dal Ministero dello Sviluppo economico - Comunicazioni.

Per conoscere i requisiti necessari per usufruire di tale contributo è possibile consultare o il sito www.decoder.comunicazioni.it o chiamare il numero verde 800.022.000 dal lunedì al sabato, escluso i giorni festivi, dalle ore 8:00 alle ore 20:00. Il contributo consiste in una riduzione del prezzo complessivo del decoder, Iva inclusa, al netto di ogni eventuale sconto commerciale. Il contributo inoltre non può essere corrisposto più di una volta per ciascun cliente e non puo' superare in alcun caso il prezzo di vendita.

Perche' solo i decoder interatttivi sono coperti da contributo statale?

Il Governo Italiano vede nella televisione digitale interattiva l'occasione per una diffusione dei servizi della società dell'informazione presso la totalità dei cittadini, allo scopo di ottenere servizi più efficienti, a minore costo per la collettività e utilizzabili comodamente da casa (evitando file agli sportelli e inutili spostamenti). Solo i decoder interattivi possono assicurare l'utilizzo di servizi di pubblica utilita' e quindi favorire la diffusione dei servizi della società dell'informazione. Per questo motivo lo Stato incoraggia esclusivamente l'acquisto di decoder interattivi.

A quanti televisori posso collegare il decoder?

Ogni decoder puo' essere collegato a un solo televisore. Ti ricordiamo che puoi scegliere di acquistare un decoder da collegare al tuo vecchio televisore o di sostituire il tuo vecchio televisore con uno di nuova generazione che ha già il decoder integrato. In ogni caso dovrai adeguare tutti gli apparecchi che hai in casa.

Che cosa sono i servizi Pay?

Il digitale terrestre, oltre ai canali gratuiti, offre la possibilità di accedere ai contenuti a pagamento (per esempio partite di calcio, film, ecc.) inserendo un'apposita tessera (smart card) direttamente nel decoder o nella TV.
La tessera, nella modalita' prepagata, contiene un credito complessivo che, nel momento della selezione di un evento o di un pacchetto di contenuti, viene scalato, mentre nella modalita' abbonamento, da accesso ai pacchetti di contenuti acquistati.

Dove vivo il segnale del digitale terrestre non arriva, che posso fare?
In questi casi una parziale soluzione al problema può essere l'installazione di una parabola satellitare.
La piattaforma Tivusat è la prima piattaforma satellitare gratuita italiana che, replica in versione integrale (cioè senza l’oscuramento di alcun programma in palinsesto) l’offerta generalista e i nuovi canali televisivi nazionali. In tal modo potrete comunque vedere la maggior parte dei programmi TV cui eravate affezionati, ad esclusione di quelli trasmessi dalle TV locali al momento non disponibili su questa piattaforma.
Ho bisogno di installare una parabola?

No, non bisogna installare alcuna parabola. Questa serve solo per la TV via satellite. Per la TDT bastano le antenne tradizionali con cui abbiamo sempre ricevuto le TV nazionali e le TV locali.

Ho già una parabola satellitare, devo fare qualcosa per lo switch-off?
No, l'impianto satellitare non richiede modifiche. Le trasmissioni satellitari non sono coinvolte dallo Switch-off e verranno ricevute normalmente.
Chi riceve la piattaforma Tivusat ha la possibilità di vedere in versione integrale (cioè senza l’oscuramento di alcun programma in palinsesto) l’offerta generalista e i nuovi canali televisivi nazionali, ad esclusione delle TV locali e in parte dei TGR che vengono trasmessi a rotazione.
Voglio disfarmi della vecchia TV, dove la butto?
Non per strada! Si tratta di un rifiuto inquinante che non deve in nessun caso essere abbandonato nell’ambiente. I negozianti hanno l’obbligo di ritirare l’usato quando si acquista un nuovo apparecchio, e in tutti i Comuni è previsto un servizio di smaltimento sicuro, con ritiro a domicilio oppure tramite consegna nella stazione ecologica di riferimento. Rivolgiti al tuo Comune per le informazioni del caso.